Home COMMENTI E ATTUALITA' CARRARA. “Migliore destinazione turistica creativa dell’anno”

CARRARA. “Migliore destinazione turistica creativa dell’anno”

Carrara è la migliore destinazione creativa dell’anno: il prestigioso riconoscimento assegnato dalla sesta edizione dei Creative Tourism Awards, i premi internazionali ai progetti più creativi e alle destinazioni turistiche.

L’assessore alla cultura Federica Forti ha dimostrato di essere un’ottima spalla al primo attore del Comune di Carrara, il sindaco De Pasquale. La politica è strana per cui non si può dire, ma credo che potrebbe tranquillamente essere il naturale successore quando De Pasquale avrà esaurito i suoi mandati di sindaco, e magari vedendo riconosciuti i suoi meriti dai Cinque Stelle a livello nazionale: al confronto di chi vedo in televisione, De Pasquale mi pare un gigante. Questo riconoscimento prestigioso è il frutto di un lavoro collegiale improntato sui fatti lungo il percorso di rilancio della città avviato dall’Amministrazione Comunale. Nel 2017 Carrara è stata inserita nel network delle Città Creative dell’UNESCO, adesso Creative Tourism Network, attraverso una giuria internazionale di esperti del turismo, marketing e industrie creative, ha selezionato Carrara tra le 97 destinazioni candidatesi da tutto il mondo. L’assessore Forti considera questo premio una ulteriore spinta verso l’ottimizzazione delle risorse che il territorio può offrire, in nome di un passato di eccellenza creativa nel campo delle lavorazioni lapidee, dice; ma anche di un presente nel quale la creatività anima l’economia e lo sviluppo turistico cittadino. I Creative Tourism Awards sono nati per valorizzare i luoghi che, in tutto il mondo, promuovono il turismo creativo. Leggiamo le motivazioni della giuria. Carrara già famosa in tutto il mondo per il suo patrimonio storico e artistico, fonte d’ispirazione di artisti come Michelangelo, Canova e Bernini, è riuscita ad andare oltre la sua tradizionale offerta turistica per reinventarsi, facendo della creatività il centro di una strategia globale sostenibile; il DNA della città, profondamente legato all’attività del marmo, viene utilizzato come filo conduttore attraverso il quale una vasta gamma di proposte creative, tra cui workshop, festival e attività permanenti, danno coerenza allo sviluppo strategico della città, pensato per renderla attraente sia per i residenti che per i visitatori. Sarebbe sufficiente per mettere il punto, ma credo meriti aggiungere anche questa valutazione dei giurati internazionali: Carrara è premiata anche per la metodologia generale adottata dall’Assessorato al Turismo, che ha deciso di convocare periodicamente un tavolo tecnico composto da tutte le parti locali interessate, pubbliche e private, che operano nel settore. Insomma, sostanza e metodo di governare una città a Carrara viaggiano di pari passo.

You may also like

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accetto Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy