Home CRONACA CORONAVIRUS MASSA. Sindaco: presenti senza panico

CORONAVIRUS MASSA. Sindaco: presenti senza panico

by redazionetoscanatoday

Pubblichiamo la dichiarazione del sindaco di Massa Francesco Persiani: “Rassicuriamo la cittadinanza, ringrazio tutto il personale sanitario”

A seguito delle riunioni con Asl Toscana Nord Ovest e Regione Toscana, il sindaco Francesco Persiani ieri pomeriggio ha voluto incontrare tutti i capigruppo, di maggioranza e minoranza, per aggiornare i consiglieri comunali sull’emergenza coronavirus e riferire quanto detto nel corso degli incontri della giornata. L’amministrazione ribadisce che in Toscana la situazione non è tale da aver indotto Regione Toscana ad adottare provvedimenti restrittivi come in altre regioni, ma è tutto in costante aggiornamento ed eventuali cambiamenti saranno comunicati dai canali istituzionali. 

“Stiamo seguendo rigorosamente le direttive regionali e ministeriali per non generare caos, ma è importante che la nostra cittadinanza sappia che siamo in costante contatto con i vertici aziendali Asl e della Regione e la situazione è monitorata” rassicura il primo cittadino. “Siamo impegnati con responsabilità nell’affrontare qualunque eventualità e ringrazio, in questo particolare momento, i medici, gli operatori sanitari e i volontari che stanno lavorando senza sosta. Voglio rasserenare i concittadini sul fatto che alcune famiglie nella nostra zona sono attenzionate dall’azienda sanitaria, sono in corso tutte le procedure stabilite e la situazione risulta nella norma. Non c’è motivo di allarmarsi; per questo è fondamentale che tutti si informino unicamente tramite i canali ufficiali del nostro ente, della Asl Toscana Nord Ovest, della regione o della protezione civile e, soprattutto, che ci si attenga alle indicazioni che via via vengono fornite dagli enti preposti. La cittadinanza ci aiuti affinché i protocolli risultino efficaci”.

In accordo con il Ministero della Sanità, la Regione Toscana si trova nella fascia intermedia, ovvero in cui ci sono pochi casi positivi non ancora certificati come tali dall’istituto Superiore di Sanità, di conseguenza la linea della Regione resta quella di non interrompere i servizi pubblici e le manifestazioni, di mantenere le Ordinanze vigenti per i comportamenti da adottare.

L’appello dell’Amministrazione tutta alla cittadinanza: evitare l’utilizzo inadeguato dei numeri telefonici messi a disposizione dalla Regione Toscana per non intasare le linee e lasciare liberi i tradizionali numeri sanitari (118) per altre emergenze.

You may also like

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accetto Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy