Firenze: Teatrotary 2020, teatro amatoriale e lotta alla polio nel Quartiere 2

Con il patrocinio del Comune di Firenze, il Rotary Club Firenze Est con la sua fondazione porta avanti la lotta alla poliomelite. Ingresso agli spettacoli ad offerta libera

La rassegna di teatro amatoriale Teatrotary, promossa dal Rotary Club Firenze Est a favore del programma “End Polio Now” della Rotary Foundation, col patrocinio del Comune e la collaborazione del Quartiere 2 è giunta all’undicesima edizione. La prima serata sarà il 3 febbraio e, a seguire, proseguirà nei tre successivi lunedì alla Sala Esse in via del Ghirlandaio, 38.

“Lo scorso anno la rassegna ebbe grande successo. Rappresentazioni teatrali in vernacolo – ha spiegato presentando la rassegna il presidente del Quartiere 2 Michele Pierguidi – con ingresso ad offerta libera. Il ricavato sarà poi donato per la lotta alla poliomielite. Una malattia che da noi è quasi trascurata ma che è ancora molto presente in tanti Paesi del Mondo. Un appuntamento per passare la serata in allegria con compagnie che si esibiscono con la nostra antica parlata, e per un atto di grande solidarietà”.

La formula è semplice. Tre compagnie – quest’anno L’Accademia del Salotto diretta da Ubaldo Masi specializzata in un repertorio brillante e attuale; Acquainbocca guidata da Gianluca Truppa, impegnata in una visione tutta locale dei social con cui proprio tutti sono alle prese e la Compagnia teatrale Marcignana, attiva da 40 anni nella frazione empolese con una commedia dal sapore parodistico di sicuro successo – partecipano alla gara di cui il pubblico, senza distinzioni, compone la giuria. Il 3 febbraio (alle 21) L’Accademia del Salotto propone “Gialloangie” di Ubaldo Masi. Lunedì 10 febbraio (alle 21) Acquainbocca mette in scena “Mannaggiaffeisbucc!!!” di Lucia Macchiarini. Lunedì 17 febbraio (sempre alle 21) la Compagnia teatrale Marcignana in “Un cappello pieno di bugie” di Antonella Zucchini. Alla serata finale una compagnia vincitrice di un’edizione precedente riproporrà un suo spettacolo prima che si sveli la vincitrice di quest’anno. E dunque il 24 febbraio (alle 21) saranno I Malandra a mettere in scena il famoso “Nonne squillo” di Dory Cei, indimenticabile attrice radiofonica e interprete in teatro di una bella fetta della scena vernacolare fiorentina di cui riassaporeremo l’aria retrò anni settanta, una vera scoperta anche per i più giovani. L’amichevole competizione con cui il Rotary si apre alla città, permette a tutti di partecipare agli spettacoli con un’offerta libera.

I soci dei Rotary club di tutto il mondo hanno donato più di 1 miliardo di dollari e innumerevoli ore di volontariato per l’impegno di eradicazione della polio. Nel mese di gennaio, i dirigenti del Rotary avevano annunciato che i Rotary club avevano raggiunto il traguardo di 200 milioni di dollari in risposta alla sovvenzione-sfida di 355 milioni lanciata dalla Bill & Melinda Gates Foundation, che ha poi assegnato ulteriori 50 milioni di dollari in riconoscimento degli sforzi del Rotary. La somma complessiva di 605 milioni di dollari sarà impiegata a sostegno delle attività d’ immunizzazione nei Paesi colpiti dalla polio.

Teatrotary – con le libere offerte che anno dopo anno sono state raccolte – ha consentito al Rotary Club Firenze Est di donare oltre 33.000 euro al programma contro la polio e a far installare alla Sala Esse un defibrillatore.

Per saperne di più grande opportunità sulle reti sociali, @teatrotary ma anche inviando un messaggio al numero 3487880448. Gli inviti al Teatrotary 2020 sono già disponibili.

Il Rotary è un’organizzazione umanitaria internazionale composta da oltre 1,2 milioni di soci sparsi tra i 34.000 Rotary club degli oltre 200 Paesi ed aree geografiche. I Rotariani sono uomini e donne leader del mondo imprenditoriale, professionale e della comunità che condividono lo stesso impegno di rendere il mondo un posto migliore attraverso l’azione umanitaria.

(Fonte: Comune di Firenze)