GREVE IN CHIANTI – Nuovi giochi nei parchi del Chianti

I giochi sono stati acquistati e installati dal Comune nelle aree verdi di Strada in Chianti, Ferrone, Passo dei Pecorai e Greve in Chianti

Continua a realizzarsi, nella progettazione e nell’esecuzione degli interventi, l’obiettivo del Comune di Greve in Chianti di investire sul restyling degli spazi pubblici. Un’opera da mettere in rilievo, appena conclusa, è l’installazione dei nuovi giochi nei giardini di Strada in Chianti, un’opera attesa e richiesta dai cittadini residenti. Gli elementi ludici arredano e arricchiscono l’area verde di piazza del Mercato a Strada in Chianti. Altalene, dondoli nuovi e giochi a molla sono stati installati anche nei parchi delle altre località. L’investimento ha interessato l’area verde, recentemente acquistata dal Comune, del Passo dei Pecorai, i giardini di via Fratelli Staffolani nella frazione del Ferrone e quelli di via della Pace, a Greve in Chianti. L’amministrazione comunale ha sostituito complessivamente una quindicina di giochi per una spesa pubblica pari a circa 20mila euro.

Si sono conclusi i lavori finalizzati alla risistemazione dei giardini e dei vialetti di via Boschi, opera che ha previsto la ristrutturazione delle panchine. Nello specifico il progetto che ha mirato a dare un nuovo look alle zone a verde di via dei Boschi è stato attuato con il rifacimento dei muretti e dei percorsi pedonali dell’area pubblici. “Siamo intervenuti – spiega il sindaco Paolo Sottani – con il ripristino dei cordonati in calcestruzzo che delimitano i vialetti, la riparazione di alcuni tratti della pavimentazione e lo smontaggio e la successiva muratura delle pietre smosse dei muretti di contenimento e arredo realizzati a faccia vista”. E’ in questa area che nelle prossime settimane saranno piantate due alberature, frutto di una donazione di un cittadino in memoria dei propri cari venuti a mancare.

Il sindaco Sottani

Quello del decoro dei parchi e degli spazi pubblici all’aperto a misura di bambino è un tema caro al sindaco Sottani tanto da coglierne l’occasione per rivolgere un appello alla cittadinanza. “Ci tengo a sottolineare che alcune delle aree dei giardini in cui siamo intervenuti sono stati al centro di atti vandalici”. “Invito tutti, soprattutto i più giovani, – conclude – a rispettare il patrimonio pubblico che è un bene di tutti, sostenuto dal contributo di ogni cittadino, li esorto ad una fruizione corretta degli spazi comuni che sono gli stessi ambienti in cui hanno trascorso la loro infanzia e sono cresciuti, stessi diritti e opportunità spettano ai bambini di oggi”.