I PENSIERI DELLA DOMENICA DI DON LUIGI, OPINIONI

I pensieri della domenica di Don Luigi: Corpus Domini

«In verità io vi dico che non berrò mai più del frutto della vite fino al giorno in cui lo berrò nuovo, nel regno di Dio»

Mentre mangiavano, prese il pane e recitò la benedizione, lo spezzò e lo diede loro, dicendo: «Prendete, questo è il mio corpo». Poi prese un calice e rese grazie, lo diede loro e ne bevvero tutti. E disse loro: «Questo è il mio sangue dell’alleanza, che è versato per molti. In verità io vi dico che non berrò mai più del frutto della vite fino al giorno in cui lo berrò nuovo, nel regno di Dio».

Dopo aver cantato l’inno, uscirono verso il monte degli Ulivi. (Mc 14,22. )

Un giorno particolare per i Cristiani in cui in modo solenne cerchiamo di riflettere e vivere sul valore dell’Eucaristia. Un Pane spezzato e un Vino versato perché fra Dio e gli uomini possa fisicamente realizzarsi un’Alleanza Nuova. Dio ama l’uomo e lo coinvolge nel proprio modo di amare e testimoniare. Non a caso si fa cibo e bevanda, volendo realizzare a pieno quel contatto fisico che distingue l’annuncio cristiano da altre religioni. Dio si propone come incontro e questo si attua nella fisicità della sua presenza reale e non semplicemente simbolica. Solo Gesù può dare la Vita Eterna, come Lui ci annuncia: “chi mangia il Mio Corpo e Beve il Mio Sangue, avrà la Vita Eterna”. L’Incontro vero con Dio nell’Eucarestia diventa l’esperienza indispensabile che noi siamo chiamati a fare, Lui diventa parte di noi e noi di Lui. Ciò che fa il cristiano è l’Eucaristia e in essa Parola e Presenza diventano realtà da mangiare ed Adorare, perché ciò che in noi rimane debolezza possa essere rinfrancato, sanato, guarito e liberato.

Sia Lodato e ringraziato ogni momento il Santissimo Sacramento!    Il Signore vi Benedica

(Foto: https://pixabay.com/it/photos/cattolica-corpus-domini-ho-calice-3700867/)