LIVORNO – Al via il “Regalo sospeso”

Un modo per donare regali a bambini di famiglie in difficoltà. Con la collaborazione di Confcommercio e di Confesercenti

Il Comune di Livorno, in collaborazione con le associazioni di categoria del commercio (Confcommercio e Confesercenti) lancia l’iniziativa “Regalo sospeso” da donare ai bambini di famiglie in difficoltà.

Dall’8 al 21 dicembre una serie di negozi cittadini esporranno la locandina predisposta dal Comune e lì i cittadini potranno acquistare piccoli o grandi doni che verranno poi distribuiti dalle associazioni di volontariato che hanno aderito alla proposta del Comune stesso.

L’assessore Garufo

“Ringrazio il mondo del commercio e il volontariato – dichiara l’assessore al Commercio Rocco Garufo – che hanno risposto alla nostra proposta in tempi brevissimi. Questa iniziativa, per quanto più in piccolo, sta nel solco di quanto proposto dall’Amministrazione da quando è iniziata l’emergenza sanitaria Covid – 19 per aiutare i nuclei in maggiore difficoltà”.

L’assessore Raspanti

“Un’opportunità ulteriore offerta non solo ai bambini delle famiglie più in difficoltà – dice l’assessore al Sociale Andrea Raspanti – ma anche alla città nel suo insieme per vivere un Natale sicuramente diverso ma senza rinunciare allo spirito di solidarietà di cui proprio quest’anno abbiamo particolarmente bisogno. Un sincero grazie ai negozi aderenti e alle associazioni che, anche stavolta, hanno aderito con entusiasmo”

In sostanza l’acquirente che si reca nei negozi che hanno dato l’adesione all’iniziativa compra un regalo che viene lasciato al negoziante in una postazione ben visibile.

Insieme alle associazioni di categoria dei commercianti, l’Amministrazione comunale ha stabilito, al fine di facilitare la realizzazione delle operazioni, di limitare la scelta dei prodotti da regalare a tre sole tipologie: giocattoli, libri, articoli di cartoleria. Le stesse associazioni di categoria comunicano all’Ente quali sono i negozi disponibili ad aderire all’iniziativa.

La distribuzione dei doni, invece, sarà, come detto, a cura delle associazioni di volontariato del territorio.

Le operazioni dovrebbero concludersi indicativamente il 20-21 dicembre, in modo da poter dare alle associazioni di volontariato il tempo di distribuire i doni raccolti.

Questo un primo elenco di negozi aderenti all’iniziativa, per Confcommercio:

– Mondanelli – Via Ricasoli n. 52 (giocattoli);

– Toys – Via Pian di Rota n. 13 (giocattoli);

– Universo Giochi – Piazza Attias n. 31 (giocattoli);

– Regalgioca – Via dell’Ardenza n. 83 (giocattoli);

– La Città del Sole – Corso Amedeo n. 66 (giocattoli);

– Cartolibreria Le Sorgenti – Via delle Sorgenti n. 144 (cartolibreria);

– Libreria Nuova – Corso Amedeo n. 23/27 (libreria);

Cartolibreria Bonatti Shop, sita in Livorno – Piazza Cavallotti n. 3/4

Questo un primo elenco per Confesercenti:

1. Libreria “libri” via Garibaldi, 6;

2. Giocattolando via Garibaldi 129;

3. La Coccinella via Provinciale Pisana 68;

4. Bazar trovatutto, via Donnini 155;

5. Giocattoli di Zuffelato Marina, via del Cardinale 30;

6. Bazar Gelli, banco 409 presso Mercato Centrale

Queste le associazioni di volontariato che hanno aderito finora (altre possono aderire scrivendo a: [email protected] ):

SVS Pubblica Assistenza

Comunità di Sant’Egidio Livorno e Pisa Onlus

MISERICORDIA ANTIGNANO

Don Nesi Corea

Vivi San Jacopo

Associazione Amci della Zizzi

VIP ViviamoInPositivo “Libecciati” –  Livorno Odv

OPERA SANTA CATERINA

CISOM

Croce Rossa Italiana – Comitato di Livorno

POLO ARTISTICO VINILE (Asd ixi Vinile) 

ASD LIVORNO SCACCHI

Annalisa Coli di Confesercenti sottolinea l’importanza di essere solidali in un momento così anomalo e difficile e la bellezza di moltiplicare i doni. “La lista di negozi si potrà ampliare, questo è un primo elenco provvisorio, quelli che aderiranno in un secondo momento esporranno comunque la locandina realizzata dal Comune. I cittadini che si recheranno presso i nostri associati per acquistare regali per i propri bambini avranno dai negozianti tutte le informazioni per donare qualcosa anche ad altre famiglie”.

Questo il commento di Luca Franciosi di Confcommercio: “In questo frangente in cui tutti stiamo lottando contro una crisi sanitaria ed economica gravissima e legittimamente ci concentriamo sui problemi della nostra impresa, degli associati, delle nostre famiglie, è bene non perdere la bussola e non dimenticare che per qualcuno questa pandemia ha significato non poter fare la spesa o non comprare un piccolo regalo ai figli. Per questo motivo Confcommercio aderisce convinta all’iniziativa del regalo sospeso. Un minimo di serenità in ogni famiglia per le festività è necessaria per superare questo momento”.

(Fonte e Foto: Uff. Stampa Comune di Livorno)