Lucio Dalla mi confessò che la sua canzone…

Nel 2021 sarà il centenario della morte di Enrico Caruso, il più grande tenore nella storia della musica

Il 2021 sarà l’anno del centenario della morte di Enrico Caruso e ci sono diversi progetti in cantiere per commemorarlo. Caruso, per definizione il più grande tenore della storia, sicuramente meriterebbe di essere ricordato come Dio comanda e molti sono quelli che vorrebbero farlo sia perché sinceramente ammiratori di questo partenopeo che ha reso l’Opera  Italiana e la Canzone Napoletana famose nel mondo, sia perché Caruso nell’immaginario collettivo è il Tenore per antonomasia; e attrae ancora su di se l’interesse del mondo intero.

Insomma, dare a Cesare quel che è di Cesare, ma anche trarne vantaggio. Lucio Dalla mi confessò che il suo brano dedicato a mio bisnonno era stato per lui un gran colpo di fortuna: intendiamoci, la canzone è un vero capolavoro ed uno straordinario omaggio alla canzone napoletana.   

I luoghi dove Enrico visse la sua vita si potrebbero sintetizzare in Napoli e Sorrento, la nascita e la morte, Firenze e Lastra a Signa dove amava riposare e ritemprarsi dalle estenuanti stagioni al Metropolitan ed infine quindi NY. L’ideale sarebbe poter unire con un filo immaginario questi posti a loro modo tutti meravigliosi riportando in vita la voce calda e appassionata del celeberrimo tenore Italiano. Mi auguro che tutto questo sarà possibile per poter ringraziare il mio avo dal profondo del mio cuore!